Connettersi alla Terra

Non è solo un istinto naturale, un bisogno di contatto con il creato, un desiderio interiore di sentirsi parte del Tutto o di connettere il proprio Essere profondo al Cuore della Terra: è una questione di elettromagnetismo.

La terra emette un campo elettromagnetico, il nostro corpo emette un campo elettromagnetico. La superficie terrestre, attraverso le radiazioni solari e le scariche dei fulmini si ricarica di ioni negativi; tra essa e il nostro corpo avviene uno scambio di elettroni continuo, che lo ricaricano a sua volta.

Lo stile di vita moderno (wi-fi, bluethooth, pc, cellulari, ripetitori…) porta ad un accumulo nel nostro corpo di ioni positivi dannoso per la sua salute: inoltre, tutto ciò che si sovrappone tra noi e il contatto diretto con il suolo (scarpe di gomma, marciapiedi, materassi, asfalto, pavimenti in cemento…) interrompe quel circuito elettrico che ci ricarica costantemente. Ci disconnettiamo.

Questo articolo pubblicato nel sito scienzaeconoscenza.it spiega brevemente questo fenomeno e l’importanza di camminare a piedi nudi o comunque senza materiali che ci isolino dal suolo, anche solo per mezz’ora al giorno, per ristabilire quel contatto fisico con la Terra, fonte di Energia e di benessere.  E’ stato scritto un libro in merito che si intitola “Earthing A piedi nudi – Curarsi con l’Energia della Terra” (C. Ober, S.Sinatra, M.Zucker-  MacroEdizioni)

Tutto è Energia ed ora anche la scienza sta diventando consapevole di quelle intuizioni tramandate da millenni nel campo della spiritualità, delle filosofie orientali, delle religioni.

Camminare a piedi nudi non è solo un atto liberatorio, una sensazione piacevole e nutrimento per lo spirito: è benessere per il nostro corpo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.